Un anziano o un disabile? Per fortuna c’è la badante

L’assistere l’anziano presso il suo domicilio non è di certo un nuovo problema, pur tuttavia necessita di nuove risposte. Nella assistenza dei soggetti anziani è sempre più emergente la figura della badante, che nel tempo ha saputo costruire un ruolo di grande importanza sociale e umanitaria.

All’interno del fenomeno della immigrazione che vede coinvolto il nostro Paese, è più che mai necessario fare delle debite valutazioni. Infatti, al suo interno si trova anche una corrente che ha delle specifiche caratteristiche peculiari che sono ben diverse dalle altre. Ci si riferisce a tutte quelle lavoratrici, che per la maggior parte sono provenienti dai paesi dall’Est europeo, che vengono a lavorare nel nostro paese come badanti.

Per comprendere meglio il fenomeno basta solamente ricordare ad esempio che in Toscana, secondo i dati della Caritas, nel 1991 vi erano 44.000 badanti, numero che già nel 2004 era accresciuto per arrivare ad essere di 222.828. Non vi è dubbio che il fenomeno della così alta presenza delle badanti nel nostro paese sia collegato a dei cambiamenti avvenuti all’interno stessa della società, come ad esempio l’invecchiamento della popolazione, le variazioni di stili di vita delle famiglie, come pure le insufficienze delle strutture e dei servizi socio assistenziali.

Con l’allungamento della vita media vi è quindi stato anche un innalzamento di condizioni di disabilità, situazione che per fortuna, può essere assolta proprio grazie alla presenza nel nostro paese di sempre più qualificate e preparate badanti. Non per nulla, infatti, molte famiglie hanno potuto fornire una corretta assistenza ai propri cari, proprio grazie alla badante, la quale oggi più che mai è divenuta parte integrante della nostra società.

Anche l’utilizzo di internet ha potuto contribuire alla cerca badante, e questo grazie alla presenza di numerose agenzie online che possono fornire un competente e valido aiuto nella ricerca della badante.…