Rinoplastica, che cos’è?

Un naso con una gobba, un naso troppo largo, un naso troppo lungo, un naso deviato, un naso troppo grosso. La richiesta di cambiare l’aspetto del proprio naso attraverso la rinoplastica, abbraccia una infinità di situazioni. Non per nulla, è una delle operazioni più richieste in chirurgia estetica.

Dato che lo scopo principale è quello di aiutare a creare un equilibrio armonioso in faccia, il risultato della rinoplastica deve essere irreprensibile. Ma questo tipo di intervento, non è solo una semplice tecnica di rimodellamento! A tal proposito, è fondamentale ricordare che il naso non è solo un elemento decorativo del viso, ma, anche il fatto che è un elemento riservato alla respirazione, alla filtrazione, alla umidificazione dell’aria e all’olfatto.

È anche per questa ragione che vi sono una infinità di tipologie di interventi di rinoplastica. Quindi, seppure esiste una sola definizione di rinoplastica, concretamente vi sono più procedure chirurgiche differenti, le quali possono essere più o meno complesse. Pertanto, esiste una specie di classificazione delle varie tipologie di interventi di rinoplastica, in modo che ogni tipologia di procedura possa soddisfare il caso personale.

Di conseguenza, è importante essere a conoscenza di cosa sia necessario sapere prima di prendere in considerazione una operazione di rinoplastica, dato che, al di là del cambiamento fisico, la rinoplastica porta un vero cambiamento nell’immagine di sé.  Il naso ha un posto centrale sul viso, è, tutto ciò, è un elemento che non possiamo certamente sottovalutare. Motivo per il quale, quindi, deve essere attentamente considerato.

Ad esempio, per i soggetti che vivono la forma del loro naso come uno svantaggio sociale, questo intervento permette loro di andare ad eliminare questo stato d’animo. Ovviamente, un punto fondamentale è dato dal fatto che la rinoplastica non deve essere considerata come un mero mezzo per creare una immagine stereotipata, ma come elemento per creare un aspetto più naturale e funzionale al proprio naso. Di base, è opportuno decidere in correlazione alla tipologia della faccia, della personalità del soggetto che intende ricorrere alla rinoplastica.

Le correzioni nasali possono a volte portare a ulteriori modifiche del proprio aspetto.  Quindi, oltre che considerare aspetti estetici, sono da ricordare le funzioni primarie del naso. Il dialogo tra il paziente e il chirurgo è, di conseguenza, di fondamentale importanza, tanto per determinare cosa è desiderato dal paziente, quanto per ristabilire le funzioni stesse del naso, oltre che determinare ciò che è tecnicamente fattibile ed esteticamente adatto al viso.

Quindi, in conclusione, la rinoplastica è un insieme di vari tipi di interventi, in cui vi sono sia aspetti meramente estetici, ovvero quelli che riguardano la modifica della morfologia e i volumi del naso così come questioni legati alla funzione del naso, ossia quando si hanno delle difficoltà respiratorie.